Pavimento sintetico

Sabrina Ceruti 08-01-2022 Ceruti SRL • DITTA SPECIALIZZATA IN PAVIMENTAZIONI https://www.cerutisrl.it/pavimento-sintetico/
I pavimenti realizzati con materiali naturali, come legno, sughero, bambù, linoleum, ceramica, porcellana e gres, sono sempre stati quelli più gettonati nel corso dei decenni; effettivamente questa è una delle strategie per contribuire ad avere un ambiente sano in casa. Tuttavia, i materiali naturali sono soggetti a diverse limitazioni, motivo per cui sorge spesso la necessità dello sviluppo di materiali sintetici per soddisfare tutte le esigenze.  

Vantaggi dei pavimenti naturali

Il vantaggio principale dei pavimenti naturali riguarda senza dubbio la sostenibilità, in quanto questi materiali possono essere estratti direttamente in natura in modo continuo, senza esaurirsi; inoltre, questi materiali sono anche facilmente biodegradabili, quindi non presentano rischi di inquinamento per l'ambiente e per gli essere umani. Ma oltre a questo, i materiali naturali presentano anche un buon livello di resilienza, grazie soprattutto alle loro caratteristiche adattative come gli antistatici e i repellenti per insetti. La realizzazione dei pavimenti sintetici consiste nell'uso di materiali fabbricati industrialmente per soddisfare i vari gusti e preferenze dei consumatori; tra quelli più popolari, spiccano le lastre viniliche e i laminati. Questi materiali, pur non essendo rinnovabili e pur presentando un inevitabile impatto sull'ambiente a causa della loro non degradabilità, attualmente vengono molto utilizzati nelle strutture moderne grazie alla loro durabilità e alla resistenza all'azione dei prodotti per la pulizia.  

Gli svantaggi della pavimentazione naturale

Come già accennato in precedenza, i pavimenti fatti con materiali naturali presentano anche numerosi difetti, uno dei quali è sicuramente la mancanza di omogeneità; infatti, i materiali per pavimenti naturali sono unici come la loro esistenza in natura. L'uniformità dei prodotti naturali è stata una delle preoccupazioni principali nell'industria reale e l'esperienza dedicata al miglioramento dell'omogeneità del prodotto aumenta di conseguenza i costi per il consumatore, rendendo questa opzione più costosa rispetto ai materiali di origine sintetica. Inoltre, i pavimenti naturali sono disponibili in una gamma di colori limitata, lasciando quindi pochissime opzioni tra cui scegliere. Un altro difetto dei pavimenti naturali riguarda la mancanza di flessibilità nel loro utilizzo; infatti, la maggior parte dei materiali naturali per pavimenti come pietre, sughero e fibre vegetali autoctone mancano di versatilità, limitando così il tipo specifico di ambiente a cui adattarlo. Questo genera ovviamente una certa vulnerabilità naturale, che propende questi materiali all'usura precoce rispetto alle fibre sintetiche. Per limitare tale usura, la pavimentazione naturale deve essere trattata con vernici protettive per migliorarne la suscettibilità della superficie.  

I vantaggi dei pavimenti sintetici

La pavimentazione sintetica presenta diversi vantaggi, uno dei quali è proprio la durabilità. Infatti, la maggior parte dei materiali impiegati per la costruzione dei pavimenti sintetici ha un'elevata resistenza agli agenti esterni, e questo è dovuto alle migliori tecnologie utilizzate per progettarli. Altro vantaggio dei pavimenti sintetici è la flessibilità dei prezzi, poiché trattandosi di materiali artificiali, è possibile scegliere quello più adatto al proprio budget. Inoltre, questa tipologia di pavimenti è disponibile anche in diverse categorie che vanno dalla piccola scala all'ingrosso. La facilità di manutenzione rappresenta un'altra ragione molto valida per cui bisognerebbe optare per una pavimentazione sintetica piuttosto che naturale. Di fatti, siccome le superfici dei pavimenti sintetici sono lisce ed impermeabili, la pulizia e la rimozione delle macchie risulterà molto più facile e non richiederà l'uso di prodotti specifici. Tuttavia, c'è da dire che questi pavimenti presentano anche un'elevata resistenza alle macchie, oltre che all'usura, soprattutto grazie alla loro superficie liscia. Proprio perché i pavimenti sintetici sono altamente resistenti, non sarà necessario cambiarli periodicamente se non per motivi prettamente estetici. Inoltre, in caso di rottura possono essere riparati facilmente senza dover sostituire tutto il pavimento. I pavimenti sintetici sono anche altamente versatili, in quanto i materiali utilizzati per la realizzazione offrono una varietà scelta, anche per quanto riguarda le dimensioni. Inoltre, la maggior parte dei pavimenti sintetici può essere utilizzata in qualsiasi punto della casa.  

Svantaggi del pavimento sintetico

I principali limiti dell'utilizzo di materiale sintetico per la pavimentazione riguardano soltanto la questione ambientale, dovuti allo scarso grado di sostenibilità. I pavimenti sintetici emettono infatti delle tossine nocive all'interno dell'ambiente domestico, ponendo così un rischio di possibili reazioni allergiche in soggetti particolari e altre condizioni. Inoltre, durante il processo di smaltimento, i materiali sintetici potrebbero avere un impatto negativo sull'ambiente. In conclusione, la scelta del materiale sintetico per i pavimenti di casa, rispetto a quello naturale, dovrebbe basarsi soprattutto sulle condizioni della stanza in cui sarà installato, sul costo e sulla sensibilità ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.