Smuffer antimuffa

Sabrina Ceruti 16-01-2022 Ceruti SRL • DITTA SPECIALIZZATA IN PAVIMENTAZIONI https://www.cerutisrl.it/smuffer-antimuffa/
Smuffer antimuffa è un prodotto Henkel in formato spray, capace di rimuovere in pochi istanti macchie di muffa e sporco, prevenendo la formazione di microorganismi e batteri. La sua formulazione, arricchita con tensioattivi e testata in laboratorio, agisce in modo efficace su funghi, muschi ed alghe, garantendo risultati ottimali anche a distanza di tempo.  

Perché si forma la muffa in casa

La muffa è un fungo e, in base alle spore coinvolte, può assumere forme e colori differenti. Le macchie che si osservano sui muri sono comunemente verdi o nere, ma esistono anche azzurrine o rossastre. La presenza di questi microrganismi sulle superfici interne di casa è indice di scarsa ventilazione, manutenzione inadeguata o inesistente, isolamento termico insufficiente oppure di infiltrazioni. L'umidità favorisce la proliferazione delle spore che, inizialmente si manifestano con puntini minuscoli per poi diventare macchie scure e spugnose, molto più compatte. Oltre ad essere esteticamente poco gradevole, la muffa nel tempo può mettere a repentaglio l'integrità dell'edificio e rappresentare una grave minaccia per la salute dell'uomo. I microrganismi trovano terreno fertile nei soggetti con insufficienze immunitarie. Sono responsabili di allergie respiratorie, asma, rinite allergica, congiuntivite, dermatiti, ma anche difficoltà di concentrazione e sensazione di stanchezza.  

Come prevenire e risolvere la formazione di muffa in casa

La muffa è la manifestazione concreta di diverse problematiche: un'eccessiva umidità negli ambienti, la scarsa ventilazione delle stanze, la presenza di ponti termici, la formazione di condensa, la mancanza di isolamento termico oppure la perdita da qualche conduttura. Dopo un'attenta valutazione del danno e della causa scatenante, bisogna verificare se sia il caso di intervenire con dei lavori di ristrutturazione, provvedendo magari all'applicazione di un cappotto termico, alla riparazione di tubature danneggiate in bagno o in cucina, oppure alla sostituzione dei serramenti. Qualora il problema non dovesse avere a che fare con la scarsa manutenzione degli elementi dell'edificio o con un guasto improvviso, ma con una cattiva gestione degli ambienti della casa, conviene adottare degli atteggiamenti virtuosi, utili anche per prevenire la formazione futura di altre macchie di muffa. In primis, è bene ricordare che tutti gli ambienti, domestici e non, vanno quotidianamente arieggiati. Aprire le porte anche per un'ora al giorno, impedisce la formazione di umidità e condensa. Sarebbe opportuno evitare di stendere i panni in casa nella stagione invernale. In caso di brutto tempo o pioggia, è opportuno centrifugare per bene i capi, posizionando lo stendibiancheria in una stanza ampia e ventilata, purché non sia la camera da letto o la stanzetta dei bambini. Un buon deumidificatore provvederà a raccogliere l'umidità in eccesso, risanando l'ambiente. L'asciugatrice, spesso combinata al modello di lavatrice acquistato, è un ottimo rimedio per evitare di stendere i panni in casa. Per capi realizzati in tessuto pesante, sarebbe il caso di rivolgersi alla lavanderia di fiducia.  

Come togliere la muffa dalle pareti

Le antiestetiche macchie di muffa possono essere eliminate con soluzioni naturali oppure con prodotti specifici. Nel primo caso, si può ricorrere ad una miscela di bicarbonato e limone, quest'ultimo da sostituire anche con acqua, aceto bianco, oppure poche gocce di olio di lavanda. La miscela ottenuta ha proprietà sbiancanti, ma anche antibatteriche. Per potenziarne l'effetto basta aggiungere 2 cucchiai di sale. L'ammoniaca è un altro ingrediente portentoso contro la muffa. Basta unire 50% di ammoniaca chiara a 50% di acqua e versare il tutto in una bottiglia spray. Nebulizzare la miscela sulle aree interessate e lasciare agire per almeno un paio d'ore. Passare poi un panno e sciacquare. L'acqua ossigenata 30-40 volumi, nelle quantità di 2 cucchiai, aggiunta a 700 ml di acqua, a 2 cucchiai di sale da cucina e a 2 di bicarbonato di sodio è un rimedio assolutamente efficace. In alternativa, in commercio è possibile trovare un'ampia varietà di prodotti specifici. Smuffer antimuffa Ariasana è un prodotto in spray, viscoso, in grado di rimuovere efficacemente i funghi responsabili della muffa e di detergere a fondo la superficie trattata. Sicuro per la salute, è un ottimo sostituto della candeggina e di altri prodotti similari. Utilizzato puro elimina le macchie provocate dalla proliferazione delle spore, mentre diluito con acqua è perfetto per igienizzare mattonelle, pavimenti e sanitari. Naturalmente, non è consigliato su tessuti, piante, legno, metalli oppure su superfici delicate. Il pratico dosatore in spray consente di utilizzare il prodotto in totale sicurezza per l'uomo, gli animali e per le superfici. Rispetto ad altri detergenti dalla stessa azione, Ariasana Smuffer antimuffa ha un profumo gradevole al limone. Dall'efficace effetto pulente, contrasta i germi ed i batteri prevenendo la formazione di microrganismi. Semplicissimo da utilizzare, va applicato sulla superficie di interesse ad una distanza di sicurezza di 3-5 cm. Lasciare agire per 5-10 minuti e completare l'operazione con una spazzola o un panno pulito. Rimuovere i residui con acqua pulita. Se dovesse essere necessario, ripetere il passaggio una seconda volta. L'efficacia del prodotto è stata provata da ripetuti test di laboratorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.