PVC Max

Sabrina Ceruti 02-01-2022 Ceruti SRL • DITTA SPECIALIZZATA IN PAVIMENTAZIONI https://www.cerutisrl.it/pvc-max/
Un'abitazione o un ufficio per garantire il massimo comfort necessitano di una pavimentazione di qualità. Sebbene nell'immaginario comune le pavimentazioni in porcellana o in cotto siano le soluzioni più immediate, negli ultimi anni sempre più persone beneficiano di pavimentazioni in pvc, siano esse pvc max o di altra natura, per sfruttarne i benefici. Nelle prossime righe cercheremo di capire cos'è una pavimentazione in pvc, le diverse tipologie e le caratteristiche che rendono tale materiale sempre più utilizzato dai consumatori.  

Cos'è un pavimento in PVC

Quando si utilizza il termine "Pavimento in PVC" si cade spesso in un intorno molto generico, questa parola, infatti, raggruppa tantissime varietà di pavimenti. Usualmente si impiega la nomenclatura pavimento in pvc per identificare la materia prima che li compone, appunto il Polivinilcloruro (PVC). In questa categoria si possono suddividere altre tre grandi tipologie di pavimenti in pvc, che determinano non solo una diversa funzionalità d'uso, ma anche una colorazione e caratteristiche diverse per adattarsi all'ambiente.  

Tipologie di pavimenti in pvc

Quando si deve scegliere il pavimento costruito con questo particolare materiale è necessario distinguere tre tipologie principali: telo, piastrella e doga. La tipologia a telo, conosciuta anche come pavimentazione pvc a rotolo, viene posata sul massetto srotolando letteralmente il materiale, consentendo una certa velocità di posa. Per quanto concerne la pavimentazione a piastrelle in pvc, i meno esperti non troveranno grandi differenze con le piastrelle tradizionali in porcellana, esclusi i benefici del materiale stesso. La pavimentazione in doghe pvc invece, somiglia a quelle usualmente conosciute come parquet, differenziandosi oltre che nel materiale anche per le proprietà chimiche.  

Le caratteristiche e i benefici del PVC

Non vi è alcun dubbio sul fatto che negli ultimi anni le grandi imprese di costruzione consiglino ai loro clienti di installare una pavimentazione in pvc. Questo materiale porta con sé diversi benefici che consentano un notevole risparmio di risorse e di spese non solo nel breve, ma anche nel lungo termine. Ma quali vantaggi comporta nel concreto una pavimentazione in pvc? Una delle caratteristiche più interessanti di questo materiale è la sua capacità di creare pavimenti molto sottili. Infatti, lo spessore può essere di soli 2 millimetri o anche inferiore nei prodotti più moderni. Sia esso pvc max oppure di altra natura è particolarmente indicato per soprapporsi alla pavimentazione esistente e non modificare le finiture delle porte. A questo notevole vantaggio si lega anche una resistenza all'usura, poiché completamente impermeabile. Si adatta perfettamente alle soluzioni di restyling negli ambienti umidi come lavanderie e bagni. La pavimentazione in pvc è anche antiscivolo, adattandosi perfettamente alle esigenze di case o luoghi di lavoro dove vi è la necessità di accudire bambini e anziani. Il materiale "plastico" consente un'aderenza al suolo eccellente che può ridurre notevolmente gli incidenti fortuiti in bagno o in cucina. Altro vantaggio interessante è l'antistaticità, il pvc impedisce l'accumularsi di elettricità statica sulla superficie. Nelle stanze costruite per l'installazione di impianti o particolari elettrodomestici, il pavimento in pvc può garantire una tranquillità maggiore a chi vi abita. I genitori più apprensivi potranno beneficiare anche della resistenza agli urti e alle macchie. Un pavimento di questa tipologia, date le caratteristiche materiche, resiste agli urti più incisivi procurati dai bambini. Sicuramente una soluzione interessante per tutti i luoghi che accudiscono o hanno l'esigenza di creare un'area dedicata ai più piccoli, senza necessariamente preoccuparsi dei loro spostamenti nella stanza. A tali benefici si uniscono anche una manutenzione giornaliera molto semplice e una riciclabilità eccellente. Per pulire un pavimento in pvc è sufficiente utilizzare acqua tiepida e un detergente neutro, facilitando la pulizia e il lavaggio anche su superfici particolarmente ampie di casa o ufficio. Non tutti sanno che i pavimenti in pvc sono riciclabili al 100%, tutelando l'ambiente e le persone che lo popolano.  

Gli svantaggi di una pavimentazione in PVC

Oltre a tantissimi benefici, una pavimentazione in pvc ha anche dei piccoli punti critici. Utilizzando solventi acidi o basici si può danneggiare facilmente il pavimento. In questo caso è evidente come sia necessario che l'utilizzatore finale conosca bene questo materiale e lo tratti con i prodotti dedicati. Altro svantaggio è la sua natura plastica, questa sebbene sia molto resistente agli urti, è meno propensa a resistere a oggetti appuntiti. Benché non sia usuale che un accessorio acuminato cada verticalmente verso il pavimento, è opportuno prendere in considerazione la probabilità che possa accadere.  

Conclusioni e considerazioni

Una pavimentazione in pvc Max può essere la soluzione ideale per tantissime destinazioni d'uso. Oltre agli uffici, che negli ultimi anni si stanno caratterizzando per installazioni prettamente in pvc, anche le abitazioni e i garage si prestano benissimo a questo materiale. Le diverse tipologie e la composizione chimica garantiscono enormi benefici che possono fare la differenza se si hanno particolari esigenze. Il pvc è un materiale leggero, economico e particolarmente resistente ad acqua e urti, con molta probabilità nei prossimi anni sarà considerato ancor più che oggi uno standard indispensabile per gli ambienti lavorativi e civili.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.