Pulicol Mapei

Sabrina Ceruti 10-02-2022 Ceruti SRL • DITTA SPECIALIZZATA IN PAVIMENTAZIONI https://www.cerutisrl.it/pulicol-mapei/

Come rinnovare le superifici verniciate

Chi ha bisogno di dover dare nuova vita a un mobile, a una ringhiera o qualsiasi altro tipo di superficie deve, innanzitutto, valutare le condizioni del supporto prima di iniziare il lavoro. Il primo passaggio da attuare è quello di sverniciare la superficie e togliere, quindi, la vecchia vernice e la presenza di altri residui come, ad esempio, colla o altre tipologie di adesivi. Uno dei modi principali per poter effettuare questa operazione è quello di utilizzare degli sverniciatori professionali che consentono di velocizzare il lavoro e di effettuarlo in maniera efficace. Come vedremo nel dettaglio, uno dei prodotti più adatti a questo scopo è il Pulicol Mapei.  

ùIl metodo più rapido per sverniciare: l'utilizzo di prodotti chimici professionali

Pitturare un vecchio mobile o qualsiasi altra superficie consente di far tornare come nuovo ogni tipo di oggetto. Questo vale per i mobili ma anche per ringhiere, porte o pareti ormai rovinate. Prima di iniziare il lavoro di verniciatura è importante effettuare una valutazione della vecchia vernice. Se questa è ancora in buono stato si può procedere con la nuova vernice e non occorre effettuare un processo di sverniciatura. In questi casi, quindi, basterà pulire con cura e attenzione la superficie con dell'acqua e del semplice detersivo. Per una maggiore efficacia si possono utilizzare dei solventi specifici. Una buona prassi è quella di carteggiare, con carta fine, la superficie. Questo permette di ottenere un'aderenza maggiore della nuova vernice sulla superficie. Nel caso in cui, invece, la vernice presente è datata e in cattive condizioni è necessario procedere con la sua totale rimozione. Infatti, va eliminata completamente soprattutto se sono presenti tracce di ruggine o se la vernice inizia a sfaldarsi. In questi casi, bisogna carteggiare la superficie e pulirla bene. Dopodiché bisognerà provvedere al passaggio della nuova vernice. Oltre all'utilizzo di sverniciatori chimici, metodi alternativi per poter eliminare la vernice sono: lo scioglimento, la carteggiatura e il riscaldamento. Il metodo va selezionato anche in base alla grandezza della superficie da trattare, del tipo di materiale e dal tempo da poter dedicare al lavoro. Vediamo, quindi, in breve le caratteristiche di questi metodi. Gli sverniciatori chimici sono molto veloci e riescono ad eliminare ogni strato di vernice vecchia. Sono ideali per il trattamento di oggetti di piccole o medie dimensioni. Le pistole termiche consentono di riscaldare la vernice e la staccano dalla superficie. Utilizzando un semplice raschietto, poi, si può eliminare completamente lo strato di vernice. Questo metodo è adatto ad ampie superfici e permette di finire velocemente il lavoro. Le carte abrasive consentono di eliminare la vernice tramite un processo di abrasione. Questo lavoro può essere effettuato manualmente o tramite levigatrici elettriche. Il metodo è indicato per superfici piane e non eccessivamente grandi.  

Le principali caratteristiche degli sverniciatori chimici

Gli sverniciatori non sono altro che dei solventi chimici che hanno, di solito, una formulazione gel. Questo prodotto va applicato sulla superficie da trattare e va lasciato agire per qualche minuto. La sua particolare efficacia consente di eliminare diversi strati di vernice già dopo una sola applicazione. Dopo aver atteso diversi minuti, è possibile rimuovere la vernice utilizzando una spatola o una spazzola. Naturalmente, in base alla superficie da trattare va scelto il tipo di sverniciatore. Questo evita di rovinare le superfici o di macchiarle in maniera definitiva. Grazie alla sempre maggiore attenzione verso il rispetto dell'ambiente e alla salute delle persone, gli attuali prodotti contengono ingredienti meno tossici e dannosi. Inoltre, la formulazione gel agevola l'utilizzo anche sulle superfici verticali. Come anticipato, per ogni materiale esiste una tipologia di sverniciatore adatto. Per il legno occorre utilizzare prodotti che eliminano, in maniera profonda, impregnanti, smalti e così via. Questi sverniciatori tutelano il legno e non lo danneggiano. Per le superfici in ferro, invece, esistono sverniciatori specifici che si adattano anche ad acciaio, ghisa e altre leghe. In questo caso, i solventi consentono di eliminare ogni traccia di vernice, smalti e prodotti antiruggine o micacei. Per quanto riguarda le pitture murali, invece, esistono sverniciatori che consentono di trattare ogni tipo di pittura senza andare a rovinare o macchiare l'intonaco. Infine, esistono degli sverniciatori universali ideali per il trattamento di ogni tipologia di superficie.  

Il Gel di solventi per rimuovere adesivi e vernici di Mapei

Pulicol Mapei è un solvente gel che consente di rimuovere adesivi di ogni tipo e vernici. Può essere utilizzato, ad esempio, per la rimozione di adesivi da pavimenti, legno, ceramica e altre superfici. Inoltre, è particolarmente efficace per eliminare ogni traccia di vernice da metallo, legno e altre tipologie di materiali. Pulicol Mapeti è formato dall'unione di diversi solventi "non clorurati" e, grazie alla formulazione gel, è facile da applicare utilizzando una semplice spatola o un pennello.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.