Ducotone termico

Sabrina Ceruti 10-04-2022 Ceruti SRL • DITTA SPECIALIZZATA IN PAVIMENTAZIONI https://www.cerutisrl.it/ducotone-termico/

Per quale motivo bisogna utilizzare la pittura anticondensa

Nel momento in cui la superficie dispone di una temperatura che raggiunge il punto di "rugiada", il vapore acqueo presente nell'atmosfera va a condensarsi. In questo modo crea delle piccole gocce che vanno a loro volta a determinare una raccolta di acqua che non evapora. In un'abitazione la problematica correlata alla manifestazione della condensa si attua in quegli ambienti che sono umidi. Tra questi ci sono sicuramente la stanza da bagno e quella della cucina. Ma il fattore in questione può scaturire pure su un genere di superficie maggiormente fredda, come per esempio dove sono poste le finestre e le pareti che hanno un'esposizione rivolta verso "nord". Nel momento in cui esce la "condensa" sulle pareti, si possono danneggiare le finiture con correlato distaccamento della pittura. Un'ulteriore conseguenza nociva è quella corrispondente alla "muffa", che rende l'ambiente casalingo dannoso per la salute delle persone che ci vivono. Difatti spesso ciò va a causare l'insorgenza di reazioni allergiche in chi vi abita. Precedentemente tale problematica veniva affrontata mediante l'utilizzo della pittura "antimuffa", contenente degli "additivi" chimici con un'azione di tipo "biocida". Però l'efficienza di tale metodo inizia ad attutirsi, col trascorrere del tempo e va ad agire nel momento in cui avviene la formazione della "muffa". Un metodo maggiormente attuale è quello concernente la prevenzione della formazione di muffa, adoperando delle pitture piuttosto speciali che hanno la potenzialità di togliere oppure di diminuire considerevolmente la presenza della "condensa". Ciò proprio per via degli additivi, considerando che contribuiscono a incrementare ampiamente la funzionalità della superficie di riuscire a trattenere l'acqua condensata, ma pure evitando allo stesso tempo di farla gocciolare.

Peculiarità delle pitture termiche termoisolanti, del "ducotone" termico e della pittura "anticondensa"

Il composto di tali prodotti è sicuramente molteplice e cambia in base agli elementi che vengono utilizzati per produrli. Il "ducotone" termico equivale alla pittura "termica" che contrasta la formazione della "condensa" ed è anche traspirante. Al suo interno contiene delle particolari "microsfere" di vetro cave, che consentono di rendere indubbiamente migliore la comodità dell'ambiente in cui viene applicato. Inoltre ha come caratteristica principale quella di proteggere in maniera essenzialmente valida dai cambiamenti a livello termico. Così da diminuire efficacemente il formarsi della condensa e delle muffe. Si tratta di un prodotto utilissimo per gli interni ed è molto apprezzato dai consumatori. Le "microsfere" poste in queste particolari pitture hanno come punto di forza quello di ridurre la conducibilità "termica" delle vernici, potendo così contare su un'incisiva funzione "anticondensa".  

I vantaggi dovuti dall'uso della pittura "anticondensa"

Questo genere di "pittura" è indicata principalmente per quella tipologia di locali che presentano un considerevole livello di vapore. Pertanto si sceglie prettamente per quelle camere che sono esposte in forma maggiore alla formazione della "muffa". Quest'ultima può essere anche alquanto pericolosa per il nostro benessere, come del resto finanche la condensa. Tra le caratteristiche principali c'è da aggiungere pure che la formulazione di tali pitture aiuta a rendere la superficie molto più calda al tatto, andando quindi a rendere migliore l'agio abitativo. Oggigiorno si è potuto riscoprire considerevolmente il valore della casa e degli spazi che si possono vivere all'interno della propria abitazione. Difatti la diffusione del lavoro da casa aumentato enormemente a causa degli eventi di questi ultimi anni, ha posizionato in primo piano degli aspetti attinenti i propri ambienti domestici che in precedenza non venivano assolutamente considerati. Ecco perché in tanti hanno dovuto rivalutare in modo differente gli spazi interni della casa. Difatti uno dei motivi primari che rendono la propria dimora confortevole è proprio l'aspetto salubre dell'ambiente casalingo. Conseguentemente la tipologia di pittura "antimuffa" e "anticondensa" equivale indubbiamente a una delle soluzioni più valide, concernenti la problematica dovuta dalla formazione della condensa in questi specifici ambienti. Così da renderli gradevolmente vivibili.  

Come si applicano questi tipi di "pitture"

L'applicazione può avvenire nelle situazioni più varie, senza dover eseguire particolari accortezze rispetto a quelle che si devono avere con una "pittura" che non è come quella del "ducotone" termico. È evidenziata la presenza della muffa? Allora prima di cominciare con le varie fasi della procedura abituale, è necessario svolgere un trattamento mediante un detergente "antimuffa". Inoltre se la parete in questione non è mai stata dipinta, si dovrà prima togliere il "pulviscolo" e poi anche i pezzi dell'intonaco. Successivamente risulterà indispensabile andare a livellare tutta la superficie con l'utilizzo dello "stucco". In seguito dovrete provvedere a mettere il fissativo e poi un paio di passate di "pittura termoisolante". A questo punto è fondamentale ricordare che, se le condizioni di umidità non sono eccessive, allora tra la prima e la seconda passata bisognerà attendere circa dodici ore. Mentre se il grado d'"umidità" dovesse essere molto più consistente, allora sicuramente si consiglia di aspettare molte più ore. Eseguendo il procedimento in modo corretto, una volta seccata alla perfezione la superficie con la "pittura" termica dovrebbe essere molto più calda, nel momento in cui si va a toccare, rispetto a com'era prima. Aumentando le applicazioni, ovviamente avrete degli effetti "anticondensa" superiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.