Antiumidità

Sabrina Ceruti 01-02-2022 Ceruti SRL • DITTA SPECIALIZZATA IN PAVIMENTAZIONI https://www.cerutisrl.it/antiumdita/
Per avere una vita serena e radiosa è di fondamentale importanza che gli ambienti abitativi siano in grado di donare il massimo del comfort. Molte volte questo elemento viene a mancare in quanto possono esserci dei problemi legati all'umidità che si forma sulle pareti. Una delle conseguenze più fastidiose di questa problematica è la formazione, sia sulle pareti interne sia su quelle esterne, di funghi e muffe. Infatti, quando i microrganismi in questione riescono a trovare gli ambienti più adatti alle loro condizioni di vita sono capaci di svilupparsi in poco tempo, andando a invadere una superficie importante della propria abitazione. Solitamente queste formazioni si trovano principalmente all'interno di edifici in cui non si ha una buona ventilazione e di conseguenza è presente un'alta percentuale di umidità, anche se le origini di questa problematica possono essere diverse.  

Quali sono le cause che provocano l'umidità nelle abitazioni?

Come già accennato in precedenza, il problema dell'umidità all'interno della casa è legato alle presenza di acqua nelle murature e alla poca ventilazione degli ambienti, con un aggravarsi delle condizioni negli spazi che risultano essere poco illuminati dai raggi del sole. In particolare, nella parte esterna dell'abitazione le cause principali di ritenzione d'acqua riguardano le condizioni climatiche e ambientali associate a una bassa traspirabilità del prodotto utilizzato per rivestire la parete e all'uso sbagliato di materiali che hanno diverse percentuali di conducibilità termiche. In altri casi, invece, la problematica dipende dalla continua esposizione della parte interessata alle intemperie e agli agenti atmosferici, in quanto non sono stati previsti degli elementi architettonici di protezione in fase di progettazione dell'edificio. Per quanto riguarda la parte interna dell'abitazione, invece, la formazione della condensa avviene principalmente nelle zone più fredde della parete. Tale formazione è solitamente derivante dallo scarso isolamento termico, dal mancato ricambio d'aria e dalla presenza di ponti termici considerevoli. Inoltre, in alcune occasioni si possono formare delle chiazze di umidità isolate e delimitate; in questo frangente è molto probabile che la causa sia da ricercare in eventuali perdite di acqua presenti nelle tubature della casa. Infine, è bene segnalare che risulta essere molto importante cercare di risolvere il problema nel minor tempo possibile, in quanto con una buona percentuale di umidità si possono formare delle fastidiose muffe che possono arrecare dei danni considerevoli ai muri della struttura. In particolare, si può avere una mutazione del colore con la presenza di macchie nere o verdi, un decadimento di parte del rivestimento e dell'intonaco, nonché una formazione di odori estremamente sgradevoli.

Quali sono i rimedi da attuare contro l'umidità?

Prima di tutto per eliminare l'umidità e la conseguente formazione di muffe è di estrema importanza individuare le cause di tale problematica, in modo tale da andare ad intervenire in maniera mirata, risolvendo così la questione definitivamente nel minor tempo possibile. In generale è consigliabile sia aprire le finestre dell'edificio frequentemente cosicché si possa far arieggiare gli ambienti interni sia evitare di stendere i panni bagnati all'interno della casa. Inoltre, nel caso in cui si dovessero presentare delle zone umide sulle pareti è opportuno cercare di tenere scoperta quanto più possibile la parte interessata. Sono molte le persone che per ovviare a tale situazione decidono di sistemare all'interno della propria abitazione delle piante antiumidità, come l'aloe vera, le orchidee e il bambù. Queste piante, infatti, svolgono il ruolo di deumidificatore naturale, in quanto le loro foglie hanno la capacità di assorbire l'acqua attraverso l'aria, mentre le radici effettuano lo stesso procedimento tramite il terriccio. Altre persone, invece, utilizzano come rimedio fai da te contro l'umidità il sale grosso o il bicarbonato, visto che in questo modo si va ad assorbire parte dell'acqua presente e a migliorare la qualità dell'aria. Chiaramente, quelli elencati sono solo alcuni dei rimedi naturali utilizzati, anche se si deve specificare che per avere dei risultati concreti è opportuno utilizzare i prodotti antiumidità presenti sul mercato di riferimento. Le aziende del settore mettono a disposizione della clientela diversi prodotti, passando dagli isolanti da impiantare sulle pareti esterne agli spray antimuffa da applicare nelle zone interessate. Ad ogni modo, per risolvere il problema in maniera definitiva è essenziale agire sia sugli effetti prodotti dall'umidità sia sulle cause che hanno portato alla formazione delle eventuali muffe. Un trattamento intermedio rischierebbe di essere inutile, costringendo il proprietario dell'abitazione ad effettuare degli interventi continui e dispendiosi in termini economici. Prima di acquistare ed applicare qualsiasi prodotto è opportuno farsi guidare da esperti del settore, in modo tale da trovare la soluzione che più si addice alla problematica presente. Naturalmente, per avere i risultati sperati è doveroso svolgere i lavori tramite aziende serie e competenti che utilizzano solo ed esclusivamente materiali di prima qualità, in quanto con l'uso di prodotti antiumidità scadenti difficilmente si riescono a raggiungere gli effetti desiderati.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.